Dimensione testo
AumentaDiminuisciImposta predefinito

Scuola Karate Shito-Ryu

Affiliata alla F.I.J.L.K.A.M. già nel 2001, è la prima scuola di Karate di Salerno e provincia che si è interessata allo Shito-Ryu, uno dei più antichi stili dell'arte della mano vuota.
La S.K.S. offre la possibilità ai giovani della zona di dedicarsi ad una disciplina marziale, ma nello stesso tempo dinamica e sportiva.
Si è sempre qualificata tra le prime venti società regionali agli incontri intercentri C.A.S., organizzati dal C.O.N.I. e dedicati alle categorie di età dai 6 ai 10 anni.
La Polisportiva, presso la Body Strong in via Irno 73, ha attivato i seguenti corsi:

 

ORARI DEI CORSI 2013/2014

 

CorsoLunediMartediMercolediGiovediVenerdi
Autodifesa (M.G.A.) - 19:30 - 20:30 - 19:30 - 20:30 -
Karate bambini 17:30 - 18:30 - 17:30 - 18:30 - 17:30 - 18:30
Karate agonisti e adulti 19:30 - 21:00 - 19:30 - 21:00 - 19:30 - 21:00
Allenamento tecnici fed. - 20:30 - 22:00 - 20:30 - 22:00 -

 

 

 

 

 

 

Pubblicità

Il Karate stile Shito-Ryu

Il Karate è un’arte marziale giapponese nata moltissimi anni fa, è possibile tracciarne le origini fino al VI secolo in Cina dove Dharma, il fondatore dello Zen, promosse l'allenamento fisico per i monaci buddisti per proteggersi dai banditi e dai criminali.Kenwa Mabuni
Molti secoli fa l'uso delle armi era l'unico sistema di combattimento e molte culture svilupparono sistemi di combattimento con la spada. Lo sviluppo del combattimento a mani nude in Giappone ebbe una svolta alla fine del XIV secolo quando il Re di Okinawa proibì al popolo di possedere armi. Nel giro di poche decine di anni l'isola fu invasa e colonizzata dal clan dei Satsuma che ls trasformarono in un riferimento strategico per il commercio con la Cina che portò notevoli vantaggi economici, ma anche l'interesse da parte di bande criminali. Gli abitanti dell'isola, per difendersi, svilupparono segretamente delle tecniche di combattimento dette "Te" che usavano sia le mani nude sia gli strumenti agricoli di lavoro.
Fino agli inizi del XX secolo il Karate non aveva nomi, gradi o stili come è conosciuto oggi, di solito si indicavano le scuole dove apprenderlo con i nomi dei Maestri, dei Kata o delle province di origine, spesso anche combinandoli tra loro.
I tre centri più importanti del Karate furono le province Shuri, Naha e Tomari dell'isola di Okinawa dove solo un numero limitato di persone prendevano lezioni. Il Karate dovette attendere il 1922 quando fu presentato in Giappone, a Tokyo, dal Maestro Gichin Funakoshi fondatore dello stile Shotokan (ai giorni nostri il più diffuso a livello mondiale).
Sulla scia dell'entusiasmo generato da Funakoshi, altri maestri ebbero l'opportunità di diffondere i loro stili tra cui il fondatore dello Shito-Ryu: Kenwa Mabuni (nella foto a destra).

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna